STW - Sede di Dublino


The Practice -  Lo Studio

  

Scott Tallon Walker Architects è uno studio d’architettura orientato verso l’ innovazione progettuale, con sedi in tre grandi città irlandesi - Dublino, Galway, Cork - ed inoltre una sede a Londra. Sin dalla sua fondazione nel 1928,  ha giocato un importante ruolo nello sviluppo dell’architettura in Irlanda. La crescita e reputazione dello studio negli anni è derivata dalla filosofia di lavoro tesa a  produrre solo edifici ben progettati e meditati, caraterizzati da una persistente alta qualità.

 

Scott Tallon Walker lavora in stretta collaborazione con i committenti, al fine di capire pienamente le loro necessità e nella prospettiva di offrire le soluzioni più appropiate ed innovative, nonchè soddisfacenti dal punto di vista economico.  Il successo dello studio negli anni è stato avvalorato dalla costante fiducia più volte accordata da inportanti comittenti e dai riconoscimenti ufficiali e premi prestigiosi ricevuti. Tra questi la medaglia d’oro dal Royal Institute of British Architects e le quattro medaglie e dodici premi di grande lode dal Royal Institute of the Architects of Ireland.

 

L’approccio progettuale di Scott Tallon Walker  è quello di utilizzare i materiali più adatti e le tecnologie più avanzate, allo scopo di ottenere edifici di alta qualità e che risultino di per se una equilibrata soluzione fra funzionalità ed estetica.  Lo studio è impegnato verso un’architettura fondata sulla consapevolezza energetica e ambientale sin dal principio del processo progettuale; per molti anni è stato all’avanguardia rispetto al tema della “green-technology” e del progetto a basso consumo energetico.

 

La vasta  competenza e esperienza di Scott Tallon Walker nel campo della progettazione include la realizzazione di complessi di carattere educativo, industriale, residenziale, ospedaliero,  telecomunicativo e commerciale, con un particolare interesse nella pianificazione dello sviluppo futuro degli stessi.

 

Lo studio, come società d’architetti, ha sempre cercato di attrarre nella sua struttura il personale meglio qualificato e creativo, e negli anni ha saputo creare un gruppo di lavoro la cui esperienza in tutti gli aspetti della progettazione e della tecnologia costruttiva non ha eguali.

SCOTT TALLON WALKER architects - Sùil Eile
4 Febbraio - 25 Marzo 2006, Evento Speciale

INAUGURAZIONE Mostra:
 Sabato 4 Febbraio 2006, ore 11.00
 Sala Conferenze General Membrane - rsvp

 Intervengono:
 Paolo Vocialta, Oderzo
 Niall Scott, STW, Dublin
 John O'Regan, Gandon Editions, Cork
 

Apertura Mostra:
 dal 4 Febbraio al 25 Marzo 2006
 Lunedì-Sabato 9.00-12.00, 14.00-18.00
 festivi esclusi

Catalogo:
 Progettocontemporaneo_6 - Evento Speciale
 Scott Tallon Walker Architects, Sùil Eile
 in Galleria dal 4 febbraio 2006
 (vedere sezione Cataloghi)

Sede Espositiva:
 Galleria di Architettura di General Membrane
 PROGETTOCONTEMPORANEO
 via Venezia 28 (statale SS14 Triestina)
 Ceggia VENEZIA Italia

Info:
 info@progettocontemporaneo.it
 tel. + 39 0421 322000
 referente: Nacini Danilo

Per richiedere l'Invito all'Inaugurazione utilizza 
il link presente in questa pagina oppure entra
in area DOCUMENTAZIONE e scarica il PDF



PROGETTOCONTEMPORANEO
presenta una nuova prospettiva del lavoro di STW 

Nel titolo dell’esposizione vi è infatti “Súil Eile” che in irlandese si pronuncia “sool ella”, e significa “un’altra vista, un’altra prospettiva”, quella che Progettocontemporaneo intende dare del lavoro di STW nelle due Sezioni della mostra.

STW Architects da più di 50 anni costituisce, nel panorama architettonico irlandese, un punto di riferimento costante. Impegnato in importanti progetti commissionati da grandi istituzioni pubbliche come da privati  si propone come una struttura capace di gestire le varie fasi del progetto e della sua realizzazione.
Le dimensioni dello studio, più di cento dipendenti distribuiti in quattro sedi (Dublino, Londra, Galway e Cork), permette, oltretutto, la valutazione puntuale di tutte le complesse implicazioni tecnologiche che progettazioni inerenti ospedali, centri di ricerca, stazioni televisive, centri commerciali, ecc. sottendono. È in questi casi che l’organizzazione di STW architects esprime tutte le sue potenzialità. Capacità di analisi e di proposta che riesce ad inglobare le nuove tendenze nel campo della sostenibilità e della bioclimatica.
Questa impostazione fa si che tutti i progetti, sia di piccola sia di grande dimensione siano affrontati sempre con la medesima professionalità e sensibilità.
La mostra far comprendere questa dimensione del lavoro di STW architects. Infatti essa è formata da due sezioni: la prima da conto di una serie di “piccole” architetture, la seconda si sofferma su realizzazioni dimensionalmente più importanti, concernenti architetture che si rapportano direttamente, data la loro vicinanza, con l’acqua. Va subito osservato che per “piccoli” lavori non si intendono progetti minori. L’aggettivo può sviare dal definire la loro esatta portata. Come nel caso del monumento dedicato ai caduti della rivolta del 1798 contro gli inglesi, collocato proprio sopra il campo di battaglia, nella collina di Oulart nella contea di Wexford, si è di fronte ad un opera che esibisce una forte carica simbolica, anche per l’efficace traduzione architettonica, e che solo le sue dimensioni fisiche ci consentono di collocarla entro la prima sezione della mostra. E lo stesso ragionamento si può estendere anche agli altri progetti contenuti nella prima sezione: si pensi ad esempio al nuovo padiglione d’ingresso dello zoo di Dublino lungo una ottantina di metri con all’interno spazi per uffici, negozio e per la vera e propria accoglienza.
La mostra offre un'altra opportunità: verificare la bontà del metodo e degli esiti progettuali  sia in riferimento a grandi progetti, sia in riferimento a quelli appena menzionati. Infatti risulta evidente come a varie scale la tensione e l’impegno non vengano mai meno pervenendo a soluzioni in cui la cura del dettaglio e l’uso dei materiali mantengono, in ogni caso, livelli elevati.

In area documentazione "Realismo e Professionalità"
versione integrale
di Paolo Vocialta - Direttore Progettocontemporaneo

 



Stampa l'evento


   2003-2004 © PROGETTOCONTEMPORANEO e General Membrane - Tutti i diritti riservati
  Legal info     Credits