Sin dal 1923, anno di istituzione della Prima “Esposizione Internazionale delle Arti decorative” con sede presso la Villa Reale di Monza, la manifestazione venne accompagnata e solennizzata con l’assegnazione, agli espositori, di premi e medaglie che testimoniassero la qualità dei prodotti e dei lavori presentati. Dal 1932, anno di costruzione del Palazzo della Triennale, la nuova istituzione dovette però attenersi, per l’assegnazione dei premi, alle norme internazionali stabilite da un apposito “Bureau International des Expositions”. Ad attribuire i premi annualmente banditi è, di volta in volta, una Giuria Internazionale formata da una Giuria Superiore coadiuvata da una serie di Giurie di classe, una per ogni settore rappresentato alle esposizioni.
Fine del concorso istituito tra gli espositori era di valutare “i meriti inventivi e di stabilire i perfezionamenti che essi hanno apportato nella qualità dei loro prodotti e nei processi di fabbricazione” (da VI Triennale di Milano, Regolamento per l’attribuzione delle ricompense, 1936). Le Giurie nominavano ogni anno i vincitori di riconoscimenti quali il Gran Premio, il Diploma d’onore, e le Medaglia d’oro, d’argento e di bronzo; solo a partire dal 1957 venne eliminato il Diploma d’onore. Tra i premiati molti dei personaggi più rappresentativi della cultura architettonica moderna, come Lodovico Belgioioso, Enrico Peressutti, Ernesto Nathan Rogers, Pietro Lingeri, che vincono il Gran Premio per la categoria “opere di architettura, edilizia, urbanistica, materiali e metodi di costruzione” nel 1951 alla Nona Triennale (in quest’occasione saranno premiati anche i Piani Regolatori di Marghera, studiato da un gruppo di progettisti coordinati da Giuseppe Samonà e Luigi Piccinato,  di Amsterdam e di Stoccolma). Nel 1957 Marcello  Nizzoli vince il Gran Premio per una macchina da cucire prodotta da Necchi; nello stesso anno Gillo Dorfles, Marco Zanuso, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Bruno Munari , Roberto Sambonet vincono la medaglia d’oro. I riconoscimenti andavano non solo ai progettisti, ma anche alle ditte produttrici.
L’attribuzione dei Diplomi termina con la Quindicesima Triennale, tenutasi nel 1972. In quest’occasione l’attribuzione dei Premi avviene per decisione dell’unica Giuria Internazionale, essendo state soppresse le varie Giurie di Gruppo delle edizioni precedenti.
Nel 2003, in occasione della XX Esposizione Internazionale “La memoria e il futuro”, la Triennale di Milano ha deciso di bandire, nuovamente, la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, con cadenza triennale per promuovere le nuove e più interessanti opere costruite nel Paese e in Europa da progettisti italiani. Il Premio punta alla promozione pubblica dell’architettura contemporanea come costruttrice di qualità ambientale e civile, ed insieme guarda all’architettura come prodotto di un dialogo vitale tra progettista, committenza ed impresa
La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana si pone come riflessione attiva sul ruolo del progettista e delle sue opere puntando alla diffusione pubblica in Italia ed all’estero di un nuovo patrimonio di costruzioni e idee e insieme verificando periodicamente lo stato della produzione architettonica nel Paese e in Europa, gli indirizzi, i problemi ed i nuovi attori.

Rispetto alla prima edizione, nell'edizione 2006 il premio consiste nell’assegnazione di una Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, un Premio Speciale all’Opera prima, un Premio Speciale alla committenza e sette Menzioni d’Onore.
La giuria è composta da Pio Baldi, David Chipperfield, Jean-Louis Cohen, Fulvio Irace , Arata Isozaki (presidente).



Medaglia d`Oro all`Architettura Italiana 2006
10 Febbraio - 17 Marzo 2007, Galleria PROGETTOCONTEMPORANEO - Triennale OFF

INAUGURAZIONE:
 Sabato 10 febbraio 2007, ore 11 - rsvp.
 
Sala Conferenze General Membrane
 
PROGETTOCONTEMPORANEO

 Intervengono:
 Davide Rampello
 Presidente Triennale di Milano
 Lionello Codognotto
 Presidente General Membrane
 Andrea Cancellato
 Direttore Triennale di Milano

 Fulvio Irace
 Comitato Scientifico Architettura e Territorio
  Triennale di Milano

 
Paolo Vocialta
 Direttore Progettocontemporaneo

Apertura Mostra:
 dal 10 Febbraio al 17 Marzo 2007
 Lunedì-Sabato 9.00-12.00, 14.00-18.00
 ingresso gratuito - festivi esclusi

Catalogo:
 Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana 2006
 a cura di Fulvio Irace
 TriennaleElecta
 in vendita in Galleria dal 10 febbraio 2007
 
(vedere sezione Cataloghi)

Sede Espositiva:
 Galleria di Architettura di General Membrane
 PROGETTOCONTEMPORANEO
 TRIENNALE OFF Veneto Friuli

 via Venezia 28 (statale SS14 Triestina)
 Ceggia VENEZIA Italia

Info:
 info@progettocontemporaneo.it
 tel. + 39 0421 322000
 referente: Nacini Danilo

Per richiedere l'Invito all'Inaugurazione utilizza il link presente in questa pagina oppure entra
in area DOCUMENTAZIONE e scarica l'INVITO in formato PDF
UNITAMENTE ALLA
LETTERA DI REGISTRAZIONE PARTECIPANTE 



La Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana
Promosso dalla Triennale di Milano con la collaborazione di DARC- Direzione Generale per l`Architettura e l`Arte Contemporanea, la Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana è un concorso, a cadenza triennale, che punta alla promozione pubblica dell’architettura contemporanea come costruttrice di qualità ambientale e civile e guarda all’architettura come prodotto di un dialogo vitale tra progettista, committenza e impresa.
La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana si pone come riflessione attiva sul ruolo del progettista e delle sue opere puntando alla diffusione pubblica in Italia e all’estero di un nuovo patrimonio di costruzioni e idee e insieme verificando periodicamente lo stato della produzione architettonica italiana, gli indirizzi, i problemi e i nuovi attori.

La Giuria dell'Edizione 2006
La Giuria dell'edizione 2006 del Premio Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana è composta da Pio Baldi, David Chipperfield, Jean-Louis Cohen, Fulvio Irace, Arata Isozaki (Presidente).


Le Categorie del Premio


Medaglia d'Oro all'Opera

Per la qualità della progettazione, l'intelligenza ambientale e contestuale, la realizzazione e la capacità d'innovazione tecnologica.

Premio Speciale all'Opera Prima
Il premio si riferisce ad un'opera prima realizzata dal progettista entro il compimento del 40esimo anno d'età e intende porre in forte evidenza la nuova generazione che opera attivamente in Italia e all'estero.

Premio Speciale alla Committenza
Il premio intende porre l'attenzione sul ruolo fondamentale che la committenza, sia pubblica che privata, ha nella costruzione di un'opera di architettura e nella definizione di una differente qualità dello spazio fisico e sociale

Menzioni d'Onore
Sono previste sette Menzioni d'Onore relative ad altrettante sezioni del costruire nel territorio: Abitare, Educazione, Sport, Attività Produttive e per il Pubblico, Cultura e il  Tempo Libero, Salute e Benessere, Spazi e Infrastrutture Pubbliche

I Premi assegnati nell'edizione 2006

Medaglia d’Oro all’Opera
Renzo Piano Building Workshop (RPBW)
Hight Museum of Art, Village of the Arts, Woodroof Arts Center
Atlanta, Stati Uniti, 2003-2005

Premio Speciale alla Committenza
Ferrari Spa
Progetto Massimiliano Fuksas
Centro Sviluppo Prodotto, Ferrari
Maranello, Modena 2004

Premio Speciale all’Opera Prima
IaN+
Edificio per laboratori Università degli Studi di Roma
Tor Vergata 2003-2004

Premio Speciale per il Restauro
Corvino + Multari e Renato Sarno
Grattacielo Pirelli
Milano 2003-2005

Menzione d’Onore Abitare
Gianfranco Gianfriddo, Luigi Pellegrino
Casa unifamiliare Baglio-Fallisi Contrada Piana, Buccheri, Siracusa 2003-2004

Menzione d’Onore Abitare
Benedetto Camerana e Giorgio Rosental
Villaggio Olimpico Torino 2006 in area ex Mercati Generali Lotto 4 Torino 2003-2005

Menzione d’Onore Cultura e Tempo Libero
Francesco Garofalo e Sharon Yoshie Miura Garofalo Miura Architetti
Ampliamento e ristrutturazione dell’edificio della British School at Rome Roma 2003

Menzione d’Onore – Spazi e Infrastutture Pubbliche
Studio Italo Rota & partners
Sistemazione dell’area a mare “Foro Italico”
Palermo 2005

Menzione d’Onore – Spazi e Infrastrutture Pubbliche
Cino Zucchi Architetti CZA
Riqualificazione degli spazi pubblici  di via Basso al quartiere Gratosoglio
Milano 2001-2003

Menzione d’Onore – Attività Produttive e per il Pubblico
Guido Canali – Canali Associati
Uffici SMEG San Girolamo di Guastalla, Reggio nell’Emilia 2004

Menzione d’Onore – Educazione
C+S associati
Scuola dell’infanzia Covolo di Pederobba 2003-2005

Menzione d’Onore – Salute e Benessere
Marco Castelletti
Stabilimento balneare sul lago del Segrino Eupilio, Como 2003-2004

Menzione d’Onore – Salute e Benessere
Guidarini & Salvadeo
Centro sociosanitario residenziale per sordociechi Lesmo, Milano 2004



Stampa l'evento


   2003-2004 © PROGETTOCONTEMPORANEO e General Membrane - Tutti i diritti riservati
  Legal info     Credits